Una soluzione “stupida” alla CPU che lavora costantemente al 100% (nei portatili)

Premetto che questa soluzione è veramente banale, ma voglio dare soltanto un semplice consiglio a chi ha un portatile che per sua natura ha “problemi” di surriscaldamento e quindi di un eccessivo lavoro della CPU. Il tutto è nato quando ho provato a giocare ad un videogame sul mio portatile (un acer aspire 8530G da 18.4”), visto che ho riscontrato che ogni tanto la grafica si fermava e poi ripartiva, andava a scatti, e questa è la cosa che odio di più quando gioco, dato che i miei input sono rallentati e la giocabilità quindi scende a 0. Quello che ho fatto successivamente è stato andare sul task manager a vedere a quanto lavorava la CPU ed ho notato che andava quasi sempre al 100% e la sua frequenza più bassa sfiorava il 93%; da questo ho dedotto due cose: o che il mio computer era già troppo vecchio per sopportare i videogame (cosa improbabile) o che dentro c’era una temperatura eccessiva che rallentava le potenzialità del mio pc (probabilissimo). Quindi a questo punto ho preso due libri li ho messi sotto al computer ed ho notato che facendo prendere più aria alla ventola il tutto era più veloce; una soluzione più ortodossa che ho attuato ora è quella di utilizzare una base dotata di ventole USB da posizionare sotto al notebook. Spero di non avervi annoiato o aver reso l’articolo banale, ma talvolta si pensa (come è successo a me) che i Ghz della CPU siano ormai troppo bassi per sopportare videogiochi moderni oppure che ci sia da aggiornare i driver della scheda video (spesso non si pensa alle soluzioni troppo semplici :) ).

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
PDF Creator    Invia l'articolo in formato PDF   
TAGS: , ,

0 Comments



You can be the first one to leave a comment.

Leave a Comment


Notify me of followup comments via e-mail. You can also subscribe without commenting.